Luoghi da visitare assolutamente

Vi trovate a Zacinto la quale di tanto in tanto , hanno nominato "Fiore di levante", "patria adorata", "giardino navigabile", "isola incantevole"!

Cominciate subito a scoprire il fascino della città di Zante della capitale, le spiagge pulite, serene, sabbiose, i campi Fragranti, le montagne boscose, i conventi vecchi, le chiese eleganti, è il calore dell’ospitalità dei suoi abitanti.

Bagnata perennemente nel sole, Zacinto è un grembo verdissimo mai saziabile, perciò ci ritornerete tante volte!

ECCO ALLORA IL RADIOTASSI DI ZANTE VI PROPONE DI VISITARE PER FORZA:

LA CITTA DI ZANTE

Solomos Square - Citta di Zante Grecia

Il primo borgo costiero fuori le mura della fortezza, fu construito agli inizi del XVI secolo e si nominò “Borgo della marina”.
Nel 1525 ci furono 1051 case e 4620 abitanti, mentre nella Fortezza, 245 case e 1216 abitanti.

Davanti alla citta si apre il mare Ionio, e dietro si copre dalla collina di Bochali e del Castello.

Solomos Square - Citta di Zante Grecia

Edifici neoclassici, piazze storiche, portici con archi impressionanti, chiese rinascimentali, campanili maestosi, viuzze pittoresche, monumenti e statue. Il fascino signorile dell’ armosfera antica sembra non essersi mai estinto. Visitatela di mattina o di sera e attraente lo stesso!

Iniziate la vostra peregrinazione dalla Piazza Solomu. E la piazza principale della citta . E circondata da una piantata e da alcuni palazzi impressionanti con finestre arcuate, colonne e portici. Il Municipio, la Banca Nazionale, Post-Byzantine Museum Zakynthos il Museo Postbizantino, la Biblioteca (al pianterreno della quale si stabilisce la banda comunale, la prima banda di strumenti a fiato nel mare Ionio, fondata nel 1816), e l’amministrazione pubblica. Qui esiste la statua del poeta greco-italiano Ugo Foscolo (nato a Zacinto ) e la statua del nostro poeta nazionale Dionisios Solomos (nato a Zacinto ).

Vale la pena di visitare il Museo Postbizantino il quale ospita una collezione pregiata di icone portabili della scuola “delle sette Isole Ionie”, dal periodo bizantino fino al XIX secolo.

 

St. Nikolas of Molos Zacinto Grecia

Si ammirano anche le iconostasi delle chiese dell’isola prima del terremoto distruttivo del 1953 e inoltre sculture elenistiche romane e bizantine. Al lato orientale della Piazza Solomu, visitate la chiesa rinascimentale di San Nicola Molu, eretta nel 1561 con il campanile bizantino. Έ l’unico edificio veneziano che fu salvato dal terremoto del 1953!St Marcos Square - Zakynthos

Molto vicina sui 150metri verso l’ovest, la piazza lastricata di “San Marco” in cui, il 1797 i popolari sotto il dominio veneziano, bruciarono il “libro d’oro”dei nobili lottando per l’indipendenza.

Qui poteve visitare la chiesa cattolica di San Marco fondata nel 1518 e anche il Museo di Solomos e Kalvos (poetri nativi) con oggetti preziosi del poeta nazionale e di altre persone eminenti di Zante.

Attraversando la viuzza pedonale accanto al caffè “San Marco” vedrete il Duomo della città,  dedicato a San Nicola.

church of Our Lady of the Angels Zakynthos

Più in là, verso il mare alla seconda traversa a sinistra, in via Luca Karer, sta la Chiesa “della Signora degli Angeli”, di arte veneziana – cretese del 1677.

Dalla piazza “San Marco”, comincia via “21 Maggio” la quale in  seguito si chiama “Alexandru Roma”, ed è la via commerciale della città. Vagate comprando forse qualche prodotto di Zante o rilassatevi in un caffè.

 

 

Alexander Roma Street - Zakynthos

TRE PROPOSTE PER PASSEGGIARE...

1a Passeggiata (Distanza: 1km)

Se vi piacciono le passeggiate, indirizzatevi in via Nicolau Koliva dietro il Pallazzo della Prefettuna. Prendete via “Argassari” e continuate dritto in via “Pikridiotissis”, salendo verso i piedi della collina della fortezza passando dalla chiesa “della Madonna Pikridiotissa”, per godere una camminata con una veduta eccezionale sopra la città.

Se vi fa piacere, proseguite dopo la chiesa nella foresta e il sentriero vi conduce al castello veneziano e al sobborgo di Bochali.


2a Passeggiata (Distanza: 1km)

Provate a fare una passeggiata sul marciapiede lastricato del porto della citta, cominciando dalla piazza “Solomu” e finendo alla “Chiesa di San Dionisio” o viceversa. Έ breve e vi dà la possibilità di formare un’ idea su come è costruita la città ai piedi della collina.


3a Passeggiata (Distanza: 2km)

church of St. Nikolas of Molos - Zakynthos

Provate a fare una passeggiata sul marciapiede lastricato del porto della citta, cominciando dalla piazza “Solomu” e finendo alla “Chiesa di San Dionisio” o viceversa. Έ breve e vi dà la possibilità di formare un’ idea su come è costruita la città ai piedi della collina.


IL SIMBOLO DI ZACINTO

La chiesa del monastero di “San Dionisio” (patrono dell’isola) è il simbolo di Zacinto . Domina il lato meridionale del porto. Fu costruita nel 1925. Έ una basilica a tre navate con il campanile imponente, ed è uno dei tre edifici, che non subì danni dal terremoto del 1953. Da ammirare  senz’altro all’interno, gli affreschi, le icone eccezionali e la sarca salma dello Santo, che è custodita con grande devozione in un’ urna d’ argento.

church of the Virgin Mary Faneromeni in Citta di Zante Grecia

Verso nord-ovest sui 200 metri da “San Dionisio”, all’ incrocio dele vie “Doxaradon Lisgara”, potete visitare la chiesa “dell’ Apparizione” (Faneromeni) den XVI secolo. Έ stata delle chiese più belle in Grecia, ma purtropo e stata distrutta dal terremoto del 1953. Έ stata ricostruita, con una meravigliosa torre campanaria.

IL SOBBORGO DI BOCHALI

Pochi minuti dal centro della città, trascorendo un  percorso verdeggiante, potete visitare il sobborgo pittoresco di Bochali, arrampicato sulle pendici della collina. Inchinatevi al panorama splendido, indimenticabile che si apre verso la città e il mare. Vale la pena di visitare la chiesetta della “Madonna Chrysopighi” del XVI secolo.

LA FORTEZZA
TUTTA LA STORIA DI ZACINTO

Se voltate gli occhi verso la collina sopra la città, vedrete una piccola parte del castello, tra i pini. Fu popolato il XIV e il XII secolo a.C. fu già fortificato nella metà del V secolo. La prima testimonianza scritta per l’ esistenza di una fortificazione con il nome “Kastro”  cioè castello, fu datato dal XV secolo. Nell’ era veneziana, qui ci fu una città medievale, con delle vie strette, irregolari e intricate. (Il 1546 furono registrati 1702 abitanti e 252 case). Inoltre ci furono: il palazzo del governatore, il carcere, la polveriera, 32 cannoni, le caserme, l’ asilo di vecchi, l’ospedale, la biblioteca, 12 chiese ortodosse, 5 chiese cattoliche, il teatro eretto nel 1750 con 300 posti a sedere, sistema d’acqua sorgiva-potabile, cisterne e pozzi!

Le mura odierne furono costruite nel 1646. Ebbe la fama del castello invincibile dai turchi. Visitatelo senz’altro! Passando la sua porta, un fascino misterioso sveglierà nella vostra memoria, epoche storiche di battaglie, di invasori, di eroi, di principi e di pirati.

Castle of Mpochali - ZanteTaxiCastle of Mpochali - ZanteTaxiCastle of Mpochali - ZanteTaxi


"Έ il punto fortificato che non vorremmo concedere. L’ultimo rifugio della coscienza, della dignità, e del coraggio." Il bosco di pini piantato nel 1939 e il quale copre tutta la superficie del castello, è il luogo ideale per passeggiare. La vista è unica verso tutti i punti dell’isola.

LA COLLINA DI STRANI

È una localita particolare (almeno per i greci) che va visitata. Percorendo la strada centrale (Zacinto - Bochali), proprio pochi metri a destra, dopo l’incrocio che giriamo a sinistra per Bochali, c’è una strada lastricata che conduce a uno spazio boscoso, con un obelisco con il busto del poeta nazionale greco, Dionisios Solomos (1798 - 1857). A questo posto il poeta nel Maggio del 1823, sentendo i cannoni dalla citta di Messolonghi (durante le battaglie tra i greci e i turchi), scrisse l’inno nazionale della Grecia.

A parte l’importanza storica del luogo, godete anche la quietezza e il panorama verso i campi.